Sezione CronologiaIL CATALOGO
Motore di ricerca Ricerca Rapida
Motore di ricerca Area Clienti

Carrello

Il carrello è vuoto.

Clicca su
per aggiungere libri

Il Portico - Sezione: MATERIALI LETTERARI

click per ingrandire L029055 aggiungi al carrello
Dante, l'Umbria e i santi
Atti delle giornate di studio di Foligno e Assisi (13-16 aprile 2021), 2022
a cura di Cristiana Brunelli
Il Portico n. 191
pp. 176, ill. col. e bn, ISBN 978-88-9350-103-3    € 24.00

Premessa di Alberto Casadei - Giuseppe Indizio, Dante in Umbria: frammenti della biografia e della prima fortuna dantesca - Marco Berisso, La poesia volgare in Umbria al tempo (e nel segno) di Dante - Laura Pasquini, Dante, l’Umbria e le arti - Donato Pirovano, «Amor mi mosse, che mi fa parlare». Beatrice traVita nuovaeCommedia - Erminia Ardissino, Carità e luce. L’essenza della santità nel Paradiso - Francesco Santi, Conoscere mediante il tatto nel Paradiso di Dante. Il canto della resurrezione (Paradiso XIV) nella tradizione francescana - Nicolò Mineo, Le condanne in Paradiso: Matteo d’Acquasparta - Andrea Improta, La Commedia dei Trinci di Foligno e la fortuna dell’illustrazione dantesca in Umbria nel Trecento - Natale Vacalebre, Grandi speranze, tempi difficili. La Commedia di Foligno, le sue origini e i suoi primi lettori. Appendice: Alessandro Zaccuri, Joyce, Eliot, Pound: tre modi di essere Dante

Nel corso del 2021, settimo centenario della morte di Dante Alighieri, numerose città e regioni d’Italia si sono impegnate in celebrazioni specifiche, per ripercorrere le tante testimonianze pervenuteci seguendo nuovi metodi critici o per proporre nuove riflessioni e nuovi documenti. Così è stato fatto anche a Foligno e Assisi in una serie di incontri tenutisi fra il 13 e il 16 aprile. I contributi, che hanno avuto come tema generale Dante, l’Umbria e la santità, hanno coniugato l’analisi puntuale di passi della Divina commedia dedicati ad aspetti della santità, in particolare francescana, con ampi panorami storico-biografici, letterari e artistici. Uno spazio speciale è stato riservato alla trasmissione dei testi danteschi, avvenuta mediante preziosi manoscritti o attraverso la celeberrima princeps fulignate del poema sacro.